SISTEMA DI TOUR GUIDE, RADIOGUIDA SERIE SPL-1500

radioguida SPL1500, tour guide system

Bluehertz dispone di un sistema di guida di gruppi portatile a trasmissione e ricezione di voce (radioguida) che permette di non molestare l'ambiente circondante. La guida parla attraverso un'emittente con microfono e la sua voce viene trasmessa attraverso un sistema senza fili ai ricevitori in possesso degli utenti, con un'alta qualità e in assenza di rumori. Il suono è digitale di alta qualità con annullamento di rumori e con una portata fino a 300 metri senza interferenze. Dimensioni del trasmettitore: 71x45x15 mm. Dimensioni del ricevitore: 71x45x15 mm. Peso del trasmettitore 112 gr. Peso del ricevitore gr. Garanzia 24 mesi.

Trasmettitore radio guida modello SPL-1500T

Trasmettitore radio guida modello SPL-1500T

Ricevitore radio guida modello SPL-1500R

Ricevitore radio guida modello SPL-1500R

Microfono di testa radioguida

Microfono ad archetto

Microfono di capelli radioguida

Microfono da cravatta

Microfono di matita radioguida

Microfono a matita

Auricolari monofonico Luna-03 radioguida

Cuffia monoaurale Luna-03

Auricolari monofonico Luna-02 radioguida

Cuffia monoaurale Luna-02

Auricolari modello AGV radioguida

Cuffie modello AGV

Auricolari modello AGC radioguida

Cuffie modello AGC

Valigetta tessile di trasporto SPL56

Valigetta tessile di trasporto SPL56

Valigetta di carica SPL60 radioguida

Valigetta di carica SPL60

Valigetta di carica e trasporto di radioguida

Valigetta di trasporto

Laccio magnetico

Laccio magnetico

Cuscinetti igienici

Cuscinetti igienici



DOMANDE FREQUENTI

COS'È UNA RADIOGUIDA?

Una radioguida o Tour Guide System è un sistema costituito da un trasmettitore a distanza con microfono utilizzato da una guida turistica o da un relatore e da più ricevitori a distanza dotati di cuffie e utilizzati dal gruppo. I ricevitori senza fili permettono di ascoltare le spiegazioni della guida in modo continuato durante l'intero percorso. L'obiettivo delle radioguide è di ascoltare le indicazioni della guida in modo chiaro e nitido senza bisogno di avvicinarsi all'accompagnatore. Si raccomanda l'uso dei dispositivi in caso di gruppi superiori a 10 persone. Sono imprescindibili in caso di gruppi molto estesi.

Nota: Le radioguide sono la soluzione contraria alle audioguide, utilizzate dagli utenti che desiderano effettuare un percorso in modo autonomo senza la presenza di una guida. Per ulteriori informazioni si prega di visitare la pagina delle audioguide. audioguide 


MOTIVO DI UTILIZZO

Si tratta di dispositivi che consentono di seguire comodamente le spiegazioni della guida a un volume costante senza preoccuparsi della posizione della guida. Questa comodità durante il percorso rende più facile catturare l'attenzione dell'utente sui contenuti esposti, incrementando in modo significativo la qualità della visita. Gli utenti che ricevono le radioguide valutano in modo positivo le visite guidate.


TECNOLOGIA

TRASMISSIONE ANALOGICA O DIGITALE

Fino agli inizi del 2000 le radioguide erano a trasmissione analogica. La comparsa della trasmissione digitale nei sistemi di radioguida ha comportato migliorie significative:
È stato incrementato il volume nei ricevitori.
È stata incrementata la portata della copertura, che è passata ad essere superiore a 100 metri.
È scomparso il rumore di sottofondo o il lieve fruscio che disturbava sempre l'ascolto anche nei casi in cui la guida non stava parlando.
Le interferenze o il fruscio si sono ridotti in modo considerevole e sussistono soltanto quando il ricevitore è vicino alla zona di copertura.
Il numero massimo di gruppi presente nella stessa area senza interferenze è passato da 2 a 20.
Il consumo della batteria si è ridotto in modo notevole, incrementando il tempo di utilizzo tra una ricarica e l'altra.
Attualmente sul mercato sono presenti sia i dispositivi a trasmissione analogica che quelli a trasmissione digitale. Il vantaggio principale dei sistemi analogici è il prezzo particolarmente basso.

RADIOGUIDE 2.4G

Negli ultimi due anni sul mercato delle radioguide ha fatto la sua comparsa una variante della tecnologia digitale chiamata 2.4G, che utilizza una banda di frequenza a 2,4Ghz. Il prezzo è inferiore rispetto alla trasmissione digitale poiché utilizza la stessa tecnologia impiegata nei router 2.4G wireless ampiamente diffusa. Al contrario, ha la stessa portata dei dispositivi 2.4G wireless, in cui nel migliore dei casi raggiunge i 50 metri. Nella realtà è una portata insufficiente per essere utilizzata dalle radioguide.

BATTERIA

Attualmente ci sono 2 tipi di batterie che vengono utilizzate nelle radioguide:

Le batterie al litio o quelle ai polimeri di litio. È l'opzione di maggiore qualità. I vantaggi principali sono: peso e dimensioni ridotte, ricarica veloce e capacità elevata. I lati negativi sono il prezzo e la necessità di sistemi di ricarica intelligenti.

Batteria al nichel-metallo-idruro (NI-MH): si tratta delle pile ricaricabili AA e AAA utilizzate nei telecomandi a distanza. Era l'opzione più utilizzata prima della comparsa delle pile al litio. Il problema maggiore era il peso che rende scomodo l'utilizzo da parte dell'utente, poiché la radioguida deve essere appesa al collo con un cordino. Il vantaggio maggiore è costituito dal prezzo.


COME SI USA UNA RADIOGUIDA?

La guida turistica o il relatore deve avere in mano il trasmettitore con microfono e ciascun utente deve disporre di un ricevitore con le cuffie. I dispositivi hanno una grandezza ridotta e devono essere portati appesi al collo per facilitare la copertura. Non si consiglia di inserire il trasmettitore o il ricevitore in tasca poiché riduce la portata.
Il trasmettitore e i ricevitori dello stesso gruppo devono essere sintonizzati sullo stesso canale di frequenza. Sono disponibili numerosi canali di frequenza.

DIMENSIONE DEL GRUPPO

Il numero dei ricevitori che può avere un gruppo è illimitato. Per far sì che i ricevitori possano ricevere chiaramente le spiegazioni della guida, è necessario soltanto che si trovino entro l'area di copertura o la portata del trasmettitore. I ricevitori non interferiscono tra di loro.

NUMERO DI TRASMETTITORI

In ogni gruppo può esserci soltanto un trasmettitore in azione. Possono esistere diversi relatori, ciascuno con il proprio trasmettitore nello stesso gruppo, ma i relatori devono coordinarsi per non avere 2 trasmettitori attivi nello stesso gruppo.

NUMERO DI GRUPPI

Se i dispositivi sono a trasmissione digitale possono coincidere più gruppi nella stessa zona o sala (fino a un massimo di 20 gruppi di trasmissione digitale). Ogni gruppo dovrà essere posizionato su un canale di frequenza diverso.

Nota: Se i dispositivi sono a trasmissione analogica potranno esserci soltanto 2 gruppi nella stessa area. Non esiste la possibilità di un terzo gruppo analogico nella stessa area nonostante sia sintonizzato su un altro canale. È un limite dei sistemi analogici.

PORTATA

La distanza alla quale si possono allontanare i ricevitori dalla guida senza perdere la spiegazione deve essere superiore a 100 metri.

TIPI DI MICROFONO

Il trasmettitore può utilizzare diversi tipi di microfono. In genere si utilizzano 3 tipi:

Microfono a cerchietto. Il microfono include un cerchietto da regolare sulla testa. Il microfono è posizionato vicino alla bocca a una distanza di 2-3 centimetri circa. Questo tipo di microfono si utilizza quando la guida è in movimento. È indicato anche negli ambienti molto rumorosi. Grazie al posizionamento vicino alla bocca, riceve bene la voce e il rumore dell'ambiente circostante resta in secondo piano. La capsula microfonica nascosta sotto la spugna ha una forma ad L ed è direttiva. Il lato corto della L deve essere puntato verso la bocca.

Microfono da collo o da cravatta: Il microfono include un clip da regolare all'altezza del colletto della camicia vicino alla gola. Questo microfono si utilizza quando il relatore è in posizione statica o è seduto. Non si deve utilizzare se l'oratore è in movimento o si trova in ambienti rumorosi. Il microfono da cravatta avrà sempre un volume inferiore rispetto al microfono a cerchietto.

Microfono a matita: Il microfono è simile a una matita e una volta collegato al trasmettitore viene utilizzato come un microfono da mano. Questa soluzione è particolarmente indicata nel caso di più relatori che condividono lo stesso microfono, poiché è molto comodo passarlo da una mano all'altra.

TIPI DI CUFFIE

Il ricevitore ammette diversi tipi di cuffie. In genere si utilizzano 3 tipi:

Cuffia monoaurale: Copre un orecchio e lascia l'altro scoperto. È la cuffia più utilizzata ed è indicata per le visite guidate in spazi chiusi e all'aria aperta. Nelle zone urbane con traffico si deve utilizzare soltanto questo modello perché non isola l'utente dall'ambiente circostante. Non si raccomanda in ambienti rumorosi.

Cuffie: È possibile regolare il cerchietto sulla testa. Coprono entrambe le orecchie. Si raccomanda solo negli ambienti rumorosi. Non devono essere utilizzate nelle zone con traffico perché isolano l'utente.

Auricolari usa e getta: Vengono utilizzati sempre dalla stessa persona perché la forma a bottone viene inserita nel padiglione auricolare. Essendo poco igienici non possono essere condivisi con altre persone e vengono gettati alla fine del percorso.